Verso il recupero di Villa Matilde.

Posted by | Rassegna Stampa | 0 |

(da Il Denaro, 10 dicembre 2013)

Si avvicina al traguardo il suggestivo,e nel suo genere unico, recupero di Villa Matilde con i suoi cinquantasette alloggi immersi nel verde dei Colli Aminei nell’area –33mila metri quadrati – che ha ospitato per anni la Clinica Colucci. L’operazione è stata con-dotta a termine da Maurizio Bianconcini con la sua Pama,primaria società immobiliare, nel rispetto di stringenti criteri di recupero ambien-tale secondo le direttive di Soprintendenza e Comune di Napoli.“Con la conclusione dell’iter amministrativo – dice Bianconcini – si realizza un mio antico sogno. Questo sito di naturale straordinaria bellezza – aggiunge imprenditore – tornerà a vivere restituendo alla città un pezzo importante del suo territorio”.La riqualificazione della zona, con un investimento privato stimato in 10 milioni di euro, prevede il ripristino di classici giardini napoletani, un’interessante dotazione di attrezzature sportive e la definizione di un parco agricolo da mettere a disposizione del pubblico.“La gioia di completare questo progetto è tale – spiega Bianconcini – che voglio condividerla con chi organizza opere di bene e sto studiando il modo di prevedere per  ogni atto di compravendita una percentuale da dedicare alla gestione della Casa di Tonia, la residenza per ragazze madri voluta da Sua Eminenza Crescenzio Sepe. Sono convinto – conclude l’imprenditore – che è nostro preciso compito condividerei successi con chi ha bisogno di aiuto”. Un esempio concreto di come l’imprenditoria, ancora una volta, accoglie gli appelli dell’arcivescovo di Napoli, sostenendole iniziative di solidarietà e di aiuto nei confronti dei più bisognosi. Il nuovo insediamento,considerato dall’Amministrazione comunale come esemplare,s’inserisce in una più ampia operazione di rivitalizzazione dell’area del Vallone di San Rocco, a nord della città, che “è stata strappata al destino di discarica – racconta il sindaco di Napoli Luigi de Magistris nel corso di una conferenza stampa – per diventare un punto qualificante della politica di partnership tra pubblico e privato”.


Lascia un commento